Utilizzando questo sito web si sta rispettando la nostra politica di utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni consulta il nostro informativa sulla privacy e utilizzo dei cookie, dove puoi disabilitarli.

OK
it
pt en fr es de
Menu
Whatsapp

Gli impianti di capelli possono cadere

16 Marzo 2022

Alopecia

È possibile che l'impianto di capelli cada?

Quando un paziente si sottopone a un trapianto di capelli, lo fa con l'aspettativa di vedere immediatamente i suoi nuovi capelli. La verità è che, dopo la chirurgia dei capelli, il paziente passerà attraverso un'evoluzione di circa 12 mesi, che porterà al risultato finale.

L'evoluzione dopo un impianto di capelli consiste in diverse fasi, che si susseguono e generano cambiamenti nei capelli impiantati. In questo modo, il paziente osserverà diversi movimenti a livello dei capelli che porteranno all'aspetto finale del paziente.

Probabilmente, una delle fasi che genera la maggiore sorpresa e preoccupazione nei pazienti è quella in cui i capelli impiantati cadono improvvisamente. Pertanto, in questo articolo vi diremo perché i capelli impiantati cadono.

I capelli cadono dopo un impianto di capelli?

Come abbiamo detto prima, prima di vedere i risultati di un trapianto di capelli, il paziente passerà un anno di evoluzione post-operatoria. Ecco perché i risultati di un impianto di capelli non sono immediatamente visibili, ma richiedono un po' di pazienza e cure specifiche.

Durante il primo anno dopo la chirurgia dei capelli, gli innesti guariscono, il cuoio capelluto si riprende dall'operazione, i capelli cadono, ricrescono e poi acquistano densità. Ognuna di queste fasi dei capelli è importante per ottenere il risultato atteso e raggiungere l'aspetto che il paziente sta cercando.

Il fenomeno dello shockloss, di cui molti pazienti non sono consapevoli, si verifica tra le settimane 2 e 6 del periodo postoperatorio. Durante questa fase, i capelli impiantati cadranno bruscamente, lasciando la zona operata nuovamente calva.

Shedding o effetto shockloss, cos'è?

Lo shockloss, noto anche come shedding, è la perdita dei capelli trapiantati dopo la chirurgia dei capelli. Questa perdita di capelli, che si verifica improvvisamente tra le settimane 2 e 6 post-operatorie, è completamente normale e temporanea.

Circa il 98% dei pazienti con trapianto di capelli passa attraverso questa fase, che può anche influenzare i capelli nativi nella zona ricevente. Questa reazione è innescata in risposta al trauma al cuoio capelluto durante l'intervento di impianto di capelli. Questo interrompe il ciclo dei capelli, facendo sì che molti capelli entrino in fase telogen e cadano bruscamente.

La perdita di capelli causata dallo shockloss colpisce solo la ciocca, poiché le radici dei capelli rimangono al loro posto. Grazie a questo, una volta finita questa fase, i capelli impiantati ricresceranno normalmente.

Quando iniziano a crescere i nuovi capelli?

L'effetto di spargimento (o shockloss) può durare fino a circa 6 settimane dopo l'impianto di capelli. Successivamente, a partire dal terzo mese di evoluzione, i capelli impiantati ricresceranno progressivamente.

Questa nuova crescita dei capelli è irregolare ma continua. Durante questa fase, il paziente può notare che alcune aree sono più popolate o dense di altre. Tuttavia, quando l'evoluzione raggiunge i 12 mesi, i capelli cresceranno in modo omogeneo e il risultato finale dell'impianto di capelli sarà visibile.

Lo stesso accade con lo spessore dei capelli. All'inizio dell'evoluzione, i capelli trapiantati possono sembrare deboli o sottili, ma guadagneranno spessore e densità con il passare dei mesi.  

L'importanza del periodo postoperatorio dopo l'intervento di trapianto di capelli

Alla fine dell'intervento di impianto di capelli, il paziente riceverà le istruzioni post-operatorie, che includono tutte le cure che devono essere prese durante l'evoluzione dei capelli. Questa cura comprende l'assunzione di farmaci, l'igiene degli innesti, come mettere e togliere i vestiti, quali precauzioni prendere quando si pratica sport, come dormire, tra gli altri. 

Ognuna di queste cure per i capelli è importante affinché il cuoio capelluto guarisca correttamente, gli innesti prendano posto e i capelli crescano con forza. Inoltre, grazie alle cure postoperatorie, il paziente eviterà problemi come infezioni, perdita di innesti o cattiva guarigione.

L'impianto di capelli è un intervento di alta precisione, che richiede una grande abilità da parte del medico e una totale conformità alle sue raccomandazioni da parte del paziente. È importante ricordare che l'evoluzione dopo un impianto di capelli e ciascuna delle sue fasi richiede cure specifiche.

Per questo motivo, quando ci viene chiesto quale sia il momento migliore dell'anno per effettuare un trapianto di capelli, la nostra raccomandazione è di effettuare l'operazione quando il paziente è pronto ad adottare tutte le raccomandazioni post-operatorie. Questo favorirà il recupero dei capelli e il raggiungimento degli obiettivi fissati con il tricologo.