it
pt en fr es de
Menu
Whatsapp

Trapianto di capelli, I capelli cadono dopo l'intervento?

1 Luglio 2021

Alopecia

Cosa succede dopo un impianto di capelli?

Tutti i pazienti arrivano il giorno del loro Impianto di capelli con grande attesa e ansia. Hanno programmato la loro operazione ai capelli per molto tempo e una volta che hanno fatto il passo, non possono aspettare di conoscere il loro risultato finale.

Tuttavia, come chiariamo sempre, il processo di recupero dei capelli attraverso il trapianto di capelli è un processo graduale, che può essere un po' lento per alcune persone. Dopo la chirurgia dei capelli, i capelli nativi e quelli trapiantati passano attraverso diverse fasi in cui si verificano diversi cambiamenti fino a raggiungere il risultato finale.

Alla Clínica de Freitas vogliamo che i nostri pazienti affrontino questo processo sicuri e informati. Pertanto, in questo articolo vi diremo cosa succede dopo un trapianto di capelli.

Effetto spargimento o shockloss, che cos'è?

Il temuto shockloss è un processo di perdita massiccia di capelli che si verifica dopo la chirurgia delImpianto di capelli. Lo shockloss, chiamato anche spargimento, può interessare sia i capelli impiantati che i capelli nativi nella zona trattata.

Questa fase di evoluzione si verifica perché i capelli passano improvvisamente alla fase telogen a causa del trauma subito durante l'operazione ai capelli. È molto importante sottolineare che questa perdita di capelli è assolutamente normale e temporanea.

Una volta superata questa fase di perdita di capelli, che può apparire tra la seconda e la sesta settimana dopo il trapianto di capelli, i capelli ricrescono normalmente. Questo perché durante lo shockloss i capelli cadono ma la radice rimane al suo posto, e darà origine a nuove ciocche di capelli.

D'altra parte, vogliamo sottolineare che lo shockloss è un fatto del tutto normale e una fase attesa nell'evoluzione post-operatoria. In alcuni pazienti i capelli impiegano meno tempo a ricrescere, e può sembrare che non ci sia stata alcuna perdita di capelli. Tuttavia, questo processo avviene in tutti i pazienti, con maggiore o minore notorietà.

Quando iniziano a crescere i nuovi capelli?

Il processo di shockloss si estende tra la seconda e la sesta settimana dopo il trapianto di capelli. Ovviamente, questo periodo può variare da un paziente all'altro, iniziando prima o dopo o estendendosi per un periodo più o meno lungo.

Tenendo conto delle differenze che possono esistere a questo proposito, si prevede che dalla sesta settimana i capelli trapiantati e quelli nativi ricominceranno a crescere. È normale che questa crescita dei capelli avvenga in modo casuale e non uniforme. 

Con il passare dei mesi, i capelli guadagneranno spessore e la lunghezza della criniera si uniformerà, fino a quando il risultato finale si apprezzerà 12 mesi dopo l'impianto di capelli.

L'importanza del periodo postoperatorio del Impianto di capelli

Dopo l'impianto di capelli e prima di lasciare la clinica, il medico darà al paziente istruzioni precise su come prendersi cura degli innesti una volta tornato a casa. È essenziale seguire queste raccomandazioni in dettaglio per ottenere i risultati desiderati.

Alcune delle linee guida post-operatorie sono:
- Non toccare gli innesti di capelli.
- Non si tinga i capelli fino a tre mesi dopo l'intervento.
- Evitare di usare le fibre per capelli per un mese dopo l'operazione di impianto di capelli.
- Il paziente non deve tagliare i capelli con le forbici fino a dopo 5 mesi.
- Dopo l'impianto di capelli, il paziente deve evitare di bere alcolici per 5 giorni.
- Non fare sport per 15 giorni dopo il trapianto di capelli.
- Evitare la luce diretta del sole sugli impianti di capelli per 3 mesi.

Queste sono solo alcune delle raccomandazioni che dovreste tenere a mente durante l'evoluzione del vostro periodo post-operatorio. Prima di lasciare la clinica, si ricordi di fare qualsiasi domanda all'équipe medica e di annotare un numero di telefono di contatto o un indirizzo e-mail per qualsiasi domanda che possa sorgere durante l'evoluzione.

D'altra parte, sappiamo che l'alopecia androgenetica è un processo continuo, graduale e cronico, che non ha una cura definitiva ma può essere trattato e stabilizzato. Questo implica che, per conservare i risultati ottenuti, è importante mantenere stabilizzata la progressione dell'alopecia. 

La miniaturizzazione e la perdita di capelli causata dall'alopecia androgenetica è dovuta all'azione del diidrotestosterone (DHT), che agisce sul follicolo pilifero impedendone la ricrescita. 

Per ridurre la presenza di DHT nel corpo, ci sono trattamenti farmacologici per i capelli - come la finasteride, la dutasteride o il minoxidil. Tutte queste opzioni devono essere somministrate sotto indicazione medica e follow-up senza eccezione.

In questo modo, i risultati possono essere eccellenti, ma se l'alopecia androgenetica non viene stabilizzata, i capelli nativi del paziente continueranno a cadere e a breve termine la densità del trapianto di capelli sarà compromessa. Ecco perché, in caso di rilevamento di una forte azione di alopecia, il medico tricologo raccomanderà al paziente di iniziare con il trattamento medico dei capelli anche prima del trapianto di capelli.

Come abbiamo detto, questo trattamento deve essere rivisto periodicamente dal medico dei capelli per valutare i risultati e apportare modifiche se necessario. Allo stesso modo, qualsiasi modifica che il paziente desidera fare nella somministrazione del trattamento per l'alopecia deve essere consultato con il medico dei capelli.

Consigli dopo un trapianto di capelli

Prima di tutto, raccomandiamo sempre che tutte le persone interessate a recuperare i loro capelli prendano il tempo necessario per scegliere la giusta Hair Clinic per eseguire il loro intervento di impianto di capelli. È importante andare in una clinica per capelli con traiettoria, frequentata da professionisti esperti e specializzati.

D'altra parte, è essenziale prendersi il tempo di rivedere i risultati e i casi reali della Hair Clinic che il paziente ha in mente. Questa recensione vi permetterà di sapere se lo stile di lavoro e i risultati ottenuti dal chirurgo dei capelli corrispondono alle vostre aspettative.

Infine, quando si raggiunge la fase post-operatoria, si consiglia al paziente di seguire le linee guida indicate dal medico ed evitare l'ansia e lo stress. Ogni paziente evolve al suo ritmo e ci sono grandi differenze tra una persona e l'altra. Pertanto, paragonare il proprio caso con altri non farà altro che generare insicurezze che non favoriscono il normale sviluppo del periodo postoperatorio.

Infine, devi sapere che in caso di qualsiasi cambiamento che catturi la tua attenzione, consulta il tuo medico dei capelli senza esitare. In questo modo, passerete un periodo postoperatorio sicuro e tranquillo, sulla strada verso il tanto atteso risultato finale.